Oggetto del Premio è la presentazione di idee o di progetti  sviluppati  in una delle tre  aree  FOOD – SMART CITY – BELLEZZA & DESIGN  e promotori di tre modelli  Cultura di Impresa – Cultura del Territorio – Cultura del Linguaggio Artistico.

 

LE TRE AREE

Area 1 – FOOD

  • ricerche di base e applicate che possono contribuire alla soluzione di problemi quotidiani della società legati alla nutrizione e/o al non deperimento delle risorse agricole.
  • enti, istituzioni, imprese, professionisti, ecc., che hanno creato nuovi modelli o servizi, non necessariamente tecnologici, che generano ricadute positive sulla filiera alimentare (“dal campo al consumo”) o che, attraverso l’ottimizzazione della filiera, creano nuove possibilità di nutrizione contribuendo a superare diseguaglianze sociali
  • progetti di enti, istituzioni, imprese, professionisti, studenti, ecc., che attraverso il cibo promuovono la conoscenza e lo scambio tra diverse culture

Area 2 –  SMART CITY

  • Enti, istituzioni, imprese, professionisti, ecc., che stanno ridisegnando i luoghi quotidiani di vita, di lavoro delle persone e delle comunità (come abitazione, uffici, condomini, quartieri, ecc.) creando occasioni di inclusione sociale e/o miglioramento delle condizioni sociali attraverso lo sviluppo di modelli, processi, prodotti o servizi.
  • ricerche di base e/o applicate, tecnologiche etcc… che facilitano la fruibilità e la vivibilità dei luoghi di vita e di lavoro nelle città

Area 3 – DESIGN/BELLEZZA

  • Enti, istituzioni, imprese, professionisti, ecc., che sulla bellezza costruiscono occasioni di inclusione sociale e / o valorizzazione territoriale e culturale attraverso il design di prodotti, modelli e servizi
  • interventi artistici applicati finalizzati al benessere psico-fisico, alla sensibilizzazione civica e culturale inclusi i rapporti tra le persone e tra le persone e il bene pubblico
  • ricerche e design di nuovi materiali, modelli, processi, riciclo o riuso, ecc. , che siano motore di inclusione,  sviluppo, crescita culturale e/o economica contribuendo a superare anche il deperimento delle risorse primarie (materie prime) disponibili

 

I  TRE MODELLI

CATEGORIA 1 – Cultura d’Impresa:

Innovazione e competitività;

La democratizzazione emergente di beni e servizi da parte di nuove forme di Società basate sulla condivisione sociale sta portando alla rottura strutturale su una gamma molto più ampia di settori. Promuovere la cultura di impresa in ottica social innovation  è riservata a progetti aziendali già realizzati o idee da realizzare, che dimostrino un significativo contributo sociale innovativo in termini di :

  • costruzione di modelli di business, nuove modelli organizzativi e di governance, sviluppo di processi di ricerca e sviluppo,
  • generazione di nuovi interfaccia relazionali, nascita evoluzione di modelli di competenze attraverso i quali potranno mostrare di portare soluzioni innovative – rispetto al tema scelto –  a problemi reali che siano rilevanti per la comunità e creino sinergie nuove, efficaci e replicabili.

CATEGORIA 2 – Cultura del territorio

Innovazione e fruizione;

Cittadini e imprese sono i primi a reagire ai fenomeni culturali e socioeconomici di oggi e ai bisogni sociali che creano innescando un’azione di spinta dal basso che mira a coinvolgere tutti gli stakeholder pubblici e privati.

Questa categoria è riservata a idee da realizzare o progetti realizzati che dimostrino – rispetto al tema scelto- un significativo contributo sociale innovativo in termini di processi d’inclusione/fruizione/educazione.

CATEGORIA 3: Cultura del linguaggio artistico

Innovazione e contaminazione;

La cosiddetta era dell’informazione ed economia della conoscenza  introdurrà dei cambiamenti che vanno molto al di là dei confini dell’industria tecnologica. Questa categoria è riservata a idee da realizzare o progetti realizzati che dimostrino – rispetto al tema scelto- un significativo contributo sociale innovativo in termini di creazione di nuovi linguaggi grazie alla contaminazione di codici espressivi e rafforzarmento di processi di condivisione per stimolare e sviluppare nuove forme di creatività e innovazione trasversale che sostenga percorsi di conoscenza, consapevolezza e nuove relazioni.